viernes, 14 de mayo de 2010

Slow Food Italia 7° congresso dal 14 al 16 maggio

Slow Food Italia a congresso dal 14 al 16 maggio: le linee guida dei prossimi quattro anni tra riflessioni e progetti
Dal 14 al 16 maggio, ad Abano Terme (Pd) presso la sala congressi dell’Hotel Alexander (via Martiri d’Ungheria, 24), si terrà il 7° congresso di Slow Food Italia. Una tappa importante per un’associazione nata 24 anni fa a Bra e oggi presente in 150 Paesi del mondo, forte di oltre 100 mila soci.

Si tratta di un appuntamento in cui l'associazione si confronta sui progetti futuri attraverso il dibattito tra gruppo dirigente e delegati, in cui non mancano momenti di festosa convivialità.

Saranno presenti 622 delegati provenienti da tutta Italia, a congresso dopo una discussione che ha visto coinvolte le 300 Condotte (le realtà locali di Slow Food) e i 16 Coordinamenti regionali. Inoltre saranno presenti 150 ospiti esponenti del mondo della politica, della cultura e della società civile.

Il congresso apre alle ore 14,30 di venerdì 14 maggio, con la relazione di Roberto Burdese, presidente di Slow Food Italia.
A seguire l’intervento di Luca Zaia, Presidente della Regione del Veneto.

Tra gli altri sono previsti gli interventi di:
Giancarlo Galan, Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali;
Gianni Alemanno, Presidente del Consiglio nazionale Anci, Sindaco di Roma;
Sergio Marini, Presidente Coldiretti.

In questi anni Slow Food Italia ha realizzato molte iniziative concrete, senza mai dimenticare però il suo carattere peculiare, quello cioè di coniugare il tema del piacere, intrinseco all'atto del nutrirsi, con l'etica e la coscienza ecologica.
In questo congresso sarà disegnata la traccia del percorso che Slow Food Italia si appresta a compiere nei prossimi quattro anni. Percorso che sarà definito dalle Condotte e dalle comunità del cibo. Queste ultime, nate dal progetto Terra Madre, saranno sempre più organicamente collegate a Slow Food. Oggi infatti quest'associazione si deve immaginare come una grande rete operativa, un’aggregazione di individui: contadini, pescatori, allevatori, artigiani alimentari, cuochi, educatori, animatori di orti scolastici, ricercatori e docenti universitari, studenti, co-produttori. Una rete formata da tutti coloro che hanno a cuore le sorti del cibo, e di tutto quello che a esso è legato. I temi, oggi globali, dell'eco-gastronomia, della biodiversità agroalimentare, della cultura materiale, della salvaguardia ambientale non possono ignorare il contributo originale che Slow Food ha dato per oltre vent'anni e darà ancora nel futuro.

Il settimo Congresso nazionale Slow Food Italia (Abano Terme – Pd, 14-16 maggio) è organizzato con il sostegno della Regione del Veneto e il contributo di: Provincia di Padova, Turismo Padova Terme Euganee, Camera di Commercio Padova, Consorzio Vini Colli Euganei Doc.


Ufficio Stampa Slow Food - Valter Musso - 335 7422962; Paola Nano - 329 8321285; Francesca Barengo - 345 2598615 - press@slowfood.it